slide1_cr slide2_cr slide3_cr slide4_cr slide5_cr

jNews Module

Vuoi essere informato di tutte le iniziative che si svolgono al Museo dell'Arte Mineraria? Iscriviti alla nostra newsletter...


Ricevi HTML?

Joomla Extensions powered by Joobi

Accesso Utenti

Nel febbraio del 2017 alcuni soci dell’Associazione Periti Minerari (nello specifico Michele Del Favero e Adriano Scussel)  iniziano i lavori di restauro dei tanti modelli custoditi all’interno del Museo dell’Arte Mineraria.

La scelta ricade su quello che poi risulterà essere la riduzione in scala di un “forno a muffola” utilizzato (per la “riduzione dello zinco”) nella seconda metà del XIX secolo. Il modello in legno aveva parecchi “segni del tempo” e diverse parti mancanti.

Dopo un accurato studio si è cominciato a disassemblare i vari pezzi per poterli trattare (erano ovviamente infestati di tarli) e restaurare e qui è saltata fuori la prima sorpresa: nella parte interna di una piccola tavola era presente una scritta in tedesco “Questo modello è stato realizzato nel luglio 1886 da Emil Richard Braun falegname della Reale Accademia Mineraria di Freiberg in Sassonia. Viva Italia”. Successivamente è stata rinvenuta un’altra tavoletta dietro alla quale era custodita una piccola pergamena che riportava più o meno lo stesso testo.

Le tavolette sono state rimontate con la scritta verso l’esterno per renderle visibili.

Il modello era stato, assieme a tanti altri, acquistato (probabilmente su ordinazione) dalla Scuola Mineraria G. Asproni di Iglesias (fondata nel 1871) per essere utilizzato dagli studenti che frequentavano il prestigioso istituto iglesiente.

Il lavori di restauro sono andati avanti per un anno e alla fine il modello ha ripreso il suo splendore “originale” così come venne creato dal maestro falegname Emil Richard Braun nel lontano 1886 ed ora fa bella mostra di se presso il Museo dell’Arte Mineraria!

Il recupero di altri modelli (alcuni dei quali bellissimi) vanno avanti e pian piano vi faremo vedere le novità!

Tante immagini in più nella nostra pagina Facebook

Il 24 e il 25 Agosto 2018 il Museo dell'Arte Mineraria propone la presentazione di due interessanti libri.

 

Il 24 alle 19 presso la sala conferenze del museo l'Ing. Vittorio Bobba presenterà la sua fatica letteraria dal titolo "Omicidio a Malacalzetta". Un complicato caso di omicidio che l'ispettore balistico Tazio Serravalle dovrà dirimere per arrivare al colpevole. Una storia ambientata nell'iglesiente.

Il 25 Agosto alle ore 21.30 presso il giardino dell'Associazione Mineraria Sarda verrà presentato, in collaborazione con l'Associazione Mineraria Sarda e l'Associazione Su Zurfuru Mine, il libro di Roberto Camedda dal titolo "All'ombra della sirena". Una pregevole e toccante raccolta di brevi racconti scritti da figli e nipoti di minatori. La serata sarà allietata dalla chitarra di Giampaolo Pillosu. Durante la manifestazione sarà possibile visitare l'adiacente Museo dell'Arte Mineraria ad un prezzo speciale.

Il noto regista e videomaker Salvatore Sardu sarà ospite dell'Associazione Periti Minerari e del Cineclub di Iglesias per presentare una raccolta di film/documentari sulle miniere. Saranno proiettati i video: Addi 11 Maggio, Buggerru dove nacque la speranza, Carbonia la città che resiste, Pratobello.

Al termine della proiezione seguirà una conversazione con l'autore

Venerdì 3 Agosto 2018 - Ore 18 - Museo dell'Arte Mineraria

Come accade da più di 10 anni il Museo dell'Arte Mineraria sarà visitabile gratuitamente in occasione di Monumenti Aperti 2018. 

A rendere ancora più ricca e piacevole la vostra visita ci sarà la pregevole mostra di arti visive IMMAGinARTE a cura del Liceo Artistico Remo Branca di Iglesias in collaborazione con l'Assessorato alla Cultura del Comune di Iglesias e l'Associazione Periti Minerari.

Il museo e la mostra saranno visitabili sabato 2 Giugno dalle 15 alle 20, domenica 3 dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 20.

La mostra sarà visitabile fino a domenica 10 Giugno dalle 17 alle 20.

Vi aspettiamo...